venerdì 2 ottobre 2015

Mofy amigurumi


Ottobre 2015
Chili della gravidanza persi: pochi.
Raffreddori portati a casa dall'asilo in 3 settimane: 3
Pezzetti di pane raccolti dal pavimento della cucina: 23.591
Post sul blog recenti: 0
Tempo libero: 0
Cartoni animati (mai visti prima) imparati a memoria: 12 o 13, ho perso il conto.

Tra questi ultimi, c'è un cartone che si chiama Mofy e mia figlia lo adora. Il personaggio è talmente semplice che non ho resistito e ho provato a farne un amigurumi. Il risultato non è il massimo e forse nemmeno mia figlia è contenta del prodotto visto che non lo considera affatto e preferisce ancora il suo gattino di peluche ... va bene, messaggio ricevuto: è ancora troppo presto! :)

Se a qualcuno piace, condivido volentieri il mio schema gratuito!

Free pattern here [english version]

lunedì 4 maggio 2015

Crochet pattern - ciuccio per bomboniere


Oggi è un giorno un po' malinconico per la sottoscritta: domani finisce la maternità e si torna al lavoro. Sono stati 10 mesi intensi, duri ma allo stesso tempo meravigliosi. Il primo giorno avevo ancora il pancione e ora mia figlia si sta allenando per fare i primi passi: pazzesco!
Per concludere in bellezza questo bel periodo, pubblico il mio schema per i ciucci che utilizzerò come decorazione nelle sue bomboniere del battesimo, che avverrà tra qualche mese.
Il pattern lo potete trovare sul mio store su Ravelry, in inglese e in italiano. 



venerdì 27 marzo 2015

Amigurumi, la verde passione

Amigurumi cactus
Lavori a maglia, amigurumi e cactus, ci sono alcune passioni che a discuterne con gli altri  ti prendono per folle e non ti capiranno mai; oppure ne sono vittime anche loro e non c'è bisogno di spiegare!
Quella per gli amigurumi è una passione che accomuna molte persone. Chi ama questo hobby conosce le soddisfazioni che realizzare un amigurumi può dare, e conosce la voglia di farne sempre di nuovi, di sperimentare idee originali. Conosce, chi ama quest'arte, anche il senso del tempo, il tempo che occorre per realizzare un amigurumi di solo pochi centimetri, il tempo necessario a far crescere di un giro, di 3 millimetri, una piccola creazione unica.


Esiste un'altra categoria di appassionati che, inspiegabilmente, amano delle piante quasi immobili, che crescono pochissimo e che sono anche difficili, per così dire. I cactus a me hanno appassionato prima degli amigurumi, ne avrei la casa e il balcone pieni se potessi. Queste piante sono spettacolari, provate a parlarne con uno che le ama: io ricordo una estate catanese in cui ho passato quasi l'intera mattina dentro il giardino botanico a guardare un cuscino della suocera (Echinocactus grusonii) enorme.


E c'è anche qualcuno che si è inventata una passione mista: gli amigurumi cactus! Bellissimi, colorati, straordinariamente creativi; sono speciali, unici, aprono una porta sul mondo delle piante e degli amigurumi che a me appassiona. Ci sono quelli che riproducono nei più minuti particolari la pianta vera, ci sono alcuni amigurumi che in un eccesso iperealistico ne riproducono anche le imperfezioni. E poi ci sono quelli più fantasiosi, che prendono spunto dalla realtà e la trasfigurano: un amigurumi cactus puntaspilli che piange o un simpatico cactus coniglietto con un fiocco come un fiorellino.
Gli amigurumi cactus, a ben pensarci hanno un vantaggio rispetto a quelli veri, possono essere stretti senza rischiare di farsi male!


Scritto per Mai Dire Amigurumi dilanaedialtrestorie.it






LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Si è verificato un errore nel gadget